Coordinate Ermeneutiche - Santise, Zunica - Giappichelli
 

PREPARAZIONE ESAME DA MAGISTRATO

Supera i Concorsi per le Magistrature Superiori con

Le Coordinate Ermeneutiche:

  • Diritto Civile
  • Diritto Amministrativo
  • Diritto Penale
  • Edizione Speciale 2020

LO STRUMENTO FONDAMENTALE
PER LO STUDIO E L'ESERCIZIO

Coordinate Ermeneutiche per il concorso in magistratura
  • Coordinate ermeneutiche diritto civile per il concorso di magistratura
  • Coordinate ermeneutiche diritto penale per il concorso di magistratura
  • Coordinate ermeneutiche diritto amministrativo per il concorso di magistratura
  • Coordinate ermeneutiche aggiornamento 2019/2020 per il concorso di magistratura
 

I 4 volumi in offerta a
180€ + 35€
159€


Acquista sul sito Giappichelli


 
 

Le Coordinate Ermeneutiche, un'aggiornata e meditata disamina
delle più recenti innovazioni normative e giurisprudenziali,

costituiscono un fondamentale strumento di studio ed esercizio
per essere pronti ad affrontare le tracce d’esame.

Maurizio Santise

Magistrato amministrativo, già giudice civile e giudice penale.

Per la Casa Editrice Giappichelli, oltre alle Coordinate ermeneutiche di Diritto Civile, ha curato i manuali Coordinate ermeneutiche di Diritto Penale e Coordinate ermeneutiche di Diritto Amministrativo, nonché i Codici Coordinati di Diritto Civile, Diritto Penale e Diritto Amministrativo. È Direttore Scientifico della Rivista Telematica Iurisprudentia.it. È componente dell’Ufficio Studi, Massimario e Formazione della Giustizia Amministrativa.

Fabio Zunica

Consigliere della Corte di cassazione.

Per la Casa Editrice Giappichelli, ha curato le precedenti edizioni delle Coordinate ermeneutiche di Diritto Penale, oltre che il Codice Coordinato di Diritto Penale.

Coordinate Ermeneutiche Edizione Speciale 2020 - Addenda (Maurizio Santise - Fabio Zunica)

€ 35,00 | ISBN 9788892132344

L’idea di creare un’Edizione Speciale delle Coordinate Ermeneutiche nasce dalla volontà di approfondire il ragionamento giuridico su questioni specifiche, che per la loro peculiarietà non possono trovare adeguato spazio nei manuali generali delle Coordinate Ermeneutiche. L’attenzione, dunque, si focalizza su aspetti speciali delle tre materie (diritto civile, penale e amministrativo), partendo, normalmente, da precedenti giurisprudenziali o legislativi più recenti, per poi ricostruire il complessivo sistema ordinamentale al cui interno si inscrive la peculiare disciplina di riferimento.

Su questa scia, quindi, per il diritto civile l’attenzione viene focalizzata sui contratti tipici, come il contratto di vendita e le questioni relative ai vizi del bene, sul leasing, di cui è ancora dubbia l’avvenuta tipizzazione, sulle nullità selettive nei contratti di intermediazione finanziaria, o, con riguardo allo specifico settore delle successioni, sulla natura della divisione ereditaria.

Sul versante del diritto penale sono state approfondite specifiche questioni relative a reati di parte speciale o di recente conio, con particolare riferimento alle novità giurisprudenziali in materia di stupefacenti (si pensi al tema della commercializzazione della cannabis sativa o alla configurabilità della fattispecie di lieve entità), di misure di prevenzione, con le ripercussioni sul principio di legalità, di continuazione, di confisca e lottizzazione abusiva, oltre che di pedopornografia e “revenge porn”.

Su quello del diritto amministrativo, si è cercato di approfondire lo specifico tema dei contratti pubblici, crocevia di molteplici problematiche, dell’espropriazione e della dismissione del diritto di proprietà implicita nella richiesta di risarcimento del danno da perdita del bene, del potere discrezionale della p.a. di localizzazione degli edifici di culto, nonché il tema sempre più attuale della tutela dell’ambiente, dell’obbligo di bonifica e del risarcimento del danno ambientale, oltre a specifici aspetti del processo amministrativo (l’annosa questione del ricorso incidentale e del rapporto con il ricorso principale alla luce della recente giurisprudenza della corte di giustizia, nonché il tema dell’eccesso di potere giurisdizionale).

 

Coordinate Ermeneutiche di Diritto Civile (Maurizio Santise)

€ 60,00 | ISBN 9788892116832

Le Coordinate ermeneutiche di Diritto Civile si propongono di fornire, in modo chiaro e innovativo, una chiave di lettura della recente evoluzione normativa e giurisprudenziale, analizzando, in maniera sistematica, i principali istituti del diritto civile, sia mediante il richiamo alle tesi dottrinarie più accreditate, sia e soprattutto attraverso l’esame critico dei più recenti interventi della giurisprudenza di merito e di legittimità.

La IV Edizione delle Coordinate ermeneutiche di Diritto Civile è stata completamente rivista e aggiornata ai recenti sviluppi giurisprudenziali. In particolare, sono stati introdotti nuovi capitoli sulla libertà di autodeterminazione, la disponibilità del bene vita e il biotestamento, sulle liberalità indirette, sul principio di accessione e sui relativi rapporti con la comproprietà sul suolo comune, sulle clausole generali nel diritto civile e sull’usura sopravvenuta.

Al di là dell’introduzione di nuovi capitoli, il resto del manuale risulta aggiornato in ogni sua parte, con l’introduzione dei paragrafi dedicati alla servitù di parcheggio, al condhotel, alla forma nel contratto di investimento, alla mediazione atipica, alla nozione di meritevolezza degli interessi (anche avendo riguardo alle clausole claims made apposte nei contratti di assicurazione), alla compensatio lucri cum damno e alla c.d. nullità per inadempimento.

Il risultato finale è un manuale operativo che fornisce un prezioso strumento a chi si accinge ad uno studio sistematico, approfondito e trasversale del diritto civile, quanto mai utile per gli addetti ai lavori e per gli studenti che si accingono ai concorsi nelle magistrature e nelle avvocature.

Ad arricchire il testo permangono i riferimenti al diritto romano a cura del Professor Cosimo Cascione.

 

Coordinate Ermeneutiche di Diritto Penale (Maurizio Santise - Fabio Zunica)

€ 60,00 | ISBN 9788892116849

Le Coordinate ermeneutiche di Diritto Penale giungono alla quarta edizione.
Non abbiamo la pretesa di risolvere tutti i dubbi sollevati dalla disciplina di ogni singolo istituto, ma piuttosto l’ambizione di offrire un approccio critico alla materia che, non trascurando mai l’origine storica dei fenomeni giuridici, si confronti con le molteplici sfumature che si nascondono dietro un precetto normativo, considerato non come una monade, ma come parte di un sistema più ampio, nella consapevolezza del difficile equilibrio tra garanzia individuale e tutela della collettività che contraddistingue da sempre il diritto penale.

Fedele alla sua impostazione originaria, il testo ripropone dunque i richiami storici al diritto romano, per i quali non sarà mai ringraziato a sufficienza il Professor Cosimo Cascione, e al contempo rimane aggiornato alla recente evoluzione normativa e giurisprudenziale, peraltro con l’aggiunta di un nuovo capitolo, dedicato al tema sempre più attuale della rilevanza dei rapporti familiari nel diritto penale. Un ringraziamento speciale per questa quarta edizione va rivolto inoltre al dottor Federico Noschese, giovanissimo magistrato da poco in servizio presso il Tribunale di Nocera Inferiore, il quale ha fornito un prezioso contributo nel coordinare, con rigore e competenza, il lavoro di altri giovani colleghi e validi studiosi della materia, una “cupida legum iuventus”, il cui fervido entusiasmo, non disgiunto da una solida preparazione, rappresenta un insostituibile valore aggiunto, oltre che un incoraggiante motivo di speranza per l’avvenire.

 

Coordinate Ermeneutiche di Diritto Amministrativo (Maurizio Santise)

€ 60,00 | ISBN 9788892116825

Le Coordinate Ermeneutiche di Diritto Amministrativo, edizione 2018 approfondiscono l'applicazione alle società pubbliche del decreto trasparenza, alla luce delle Linee Guida Anac n. 1134 del 8/11/2017, i nuovi poteri dell'Anac delineati dall'art. 211 d.lgs. 50/2016, come modificato dal D.L. 24 aprile 2017, n. 50, convertito, con modificazioni, dalla Legge 21 giugno 2017, n. 96; il dibattuto e non risolto tema della rinuncia implicita al diritto di proprietà contenuta nella domanda di risarcimento del danno per equivalente, l'ambito applicativo del soccorso istruttorio in relazione all'indicazione degli oneri di sicurezza aziendale, l'annosa questione della tutela del terzo nei confronti di attività legittimata da una Scia, la compatibilità della motivazione del provvedimento espressa attraverso il voto numerico (Ad. Pl. 7/2017), i rapporti tra potere di autotutela e affidamento (Ad. Pl. 8/2017), la configurabilità della responsabilità precontrattuale anche prima dell'aggiudicazione (Ad. Pl. 5/2018), la tutela processuale in tema di appalti con particolare riguardo all'art. 120, comma 2 bis, c.p.a., la necessità di impugnare i bandi di gara e l'attuale dimensione dell'interesse ad agire (Ad. Pl. 4/2018), l'ammissibilità della compensatio lucri cum damno (Ad. Pl. 1/2018).

Nella nuova edizione è inserito un nuovo capitolo sulla tutela cautelare nel processo amministrativo.

 

E non dimenticare in sede d'esame al concorso in Magistratura puoi portare i Codici Coordinati, a cura di Maurizio Santise e Fabio Zunica. Scoprili qui.